La Meccanica Verghera Agusta nasce da una costola della Costruzioni Aeronautiche Giovanni Agusta S.A., fondata nel 1919 dal conte Giovanni Agusta, che ha iniziato a produrre moto stradali e da competizione nel 1945. è soprattutto nelle gare che ha acquisito popolarità, grazie a un totale di 75 titoli iridati, tra costruttori e piloti, conquistati tra il 1952 e il 1974. l primo motore è un piccolo due tempi di 98 cc, progettato nel 1943, ma nato soltanto dopo la fine della guerra.

La MV Agusta nasce ufficialmente il 12 febbraio 1945 e negli anni Sessanta arriva la prima maximoto di serie con motore a quattro cilindri. La produzione si interrompe bruscamente alla fine degli anni Settanta, per la pesante concorrenza delle Case giapponesi, ma la MV rinasce nel 1992, quando il marchio è rilevato dalla Cagiva con l’intenzione di riportarlo ad alto livello.

Tuttavia le difficoltà finanziarie non consentono a Cagiva di portare alla produzione in serie di una nuova moto, fino al 2004, grazie all’investimento della malese Proton. Le successive ulteriori difficoltà hanno rallentato nuovamente la produzione delle attese moto sportive, fino al 2008, quando il marchio è stato rilevato dall’americana Harley-Davidson. Un’avventura durata solo un anno, perché nel 2009 la MV è
tornata di Cagiva.
 

MV AGUSTA

La Meccanica Verghera Agusta nasce da una costola della Costruzioni Aeronautiche Giovanni Agusta S.A., fondata nel 1919 dal conte Giovanni Agusta, che ha iniziato a produrre moto stradali e da competizione nel 1945. è soprattutto nelle gare che ha acquisito popolarità, grazie a un totale di 75 titoli iridati, tra costruttori e piloti, conquistati tra il 1952 e il 1974. l primo motore è un piccolo due tempi di 98 cc, progettato nel 1943, ma nato soltanto dopo la fine della guerra.

La MV Agusta nasce ufficialmente il 12 febbraio 1945 e negli anni Sessanta arriva la prima maximoto di serie con motore a quattro cilindri. La produzione si interrompe bruscamente alla fine degli anni Settanta, per la pesante concorrenza delle Case giapponesi, ma la MV rinasce nel 1992, quando il marchio è rilevato dalla Cagiva con l’intenzione di riportarlo ad alto livello.

Tuttavia le difficoltà finanziarie non consentono a Cagiva di portare alla produzione in serie di una nuova moto, fino al 2004, grazie all’investimento della malese Proton. Le successive ulteriori difficoltà hanno rallentato nuovamente la produzione delle attese moto sportive, fino al 2008, quando il marchio è stato rilevato dall’americana Harley-Davidson. Un’avventura durata solo un anno, perché nel 2009 la MV è
tornata di Cagiva.
 

  • BRUTALE Series
  • DRAGSTER Series
  • F3 (12-20)
  • F4 Series
  • RIVALE 800 (13-18)
  • TURISMO VELOCE (14-21)
    <p><span style="color: #363a41; font-family: 'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif; font-size: 12.8px;">Compatibile con MV Agusta </span><span color="#363a41" face="Open Sans, Helvetica, Arial, sans-serif" style="color: #363a41; font-family: 'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif;"><span style="font-size: 12.8px;">TURISMO VELOCE </span></span><span style="color: #363a41; font-family: 'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif; font-size: 12.8px;">dal 2014</span><span style="color: #363a41; font-family: 'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif; font-size: 12.8px;"> al 20</span><span style="color: #363a41; font-family: 'Open Sans', Helvetica, Arial, sans-serif; font-size: 12.8px;">21</span></p>